L’Ambulatorio nasce dalla consapevolezza di dover accogliere le famiglie in ogni fase del ciclo vitale, dall’emozione di aspettare un bambino, alla gestione del nuovo equilibrio che si trova ad affrontare la coppia coniugale e genitoriale, come sostenere le dinamiche adolescenziali sia in tema di ascolto che di prevenzione e come accompagnare i nostri ragazzi verso la scelta del loro progetto di vita. Accogliere la famiglia in tutte le sue declinazioni è quindi l’obiettivo che si prefiggono le operatrici dell’ambulatorio, un’ostetrica e due psicoterapeute specializzate in terapia familiare che si metteranno in ascolto di tutti i componenti della famiglia, in modo da far emergere le risorse di ognuno. Famiglia significa anche nonni, ai quali dedichiamo una grande attenzione, prevedendo percorsi di sostegno per combattere la solitudine. Questi i servizi attivi presso l’Ambulatorio: Corso di accompagnamento alla nascita: 9 incontri riservati alla coppia, di cui 8 prima del parto ed uno dopo il parto. Accogliendo le donne due mesi prima del parto, si parlerà delle caratteristiche di questa ultima parte della gravidanza, di travaglio, parto, come gestire il dolore, ma soprattutto della nascita, dell’allattamento, del puerperio e della cura del bambino. Le psicologhe tratteranno invece le dinamiche di coppia con l’arrivo del bambino e gli aspetti genitoriali. Corso post-parto: 5 incontri per confrontarci sugli aspetti del dopo nascita, spesso trascurati. Come gestire il nuovo tempo che la famiglia si trova ad affrontare, un tempo tutto incentrato sui bisogni del piccolo. Parleremo ancora di allattamento al seno ma anche di allattamento complementare, e della gestione del bambino, dalla nanna, alle colichette, fino ad arrivare alla scelta della vaccinazione e del tipo di svezzamento. Terapia familiare: Può accadere che, a volte, un componente della famiglia esprima, attraverso un sintomo, una situazione di difficoltà, come ad esempio i figli che improvvisamente non vogliono più andare a scuola. La terapia familiare è una tecnica psicoterapeutica che si prefigge di osservare le dinamiche sotto una prospettiva sistemica. Il bambino, prima ancora di imparare a parlare, avrà appreso un linguaggio emotivo proprio della sua famiglia, un linguaggio straordinario ma spesso portatore di crisi, soprattutto nella fase adolescenziale. Noi aiuteremo le famiglie a parlarsi meglio, provando ognuno a sedersi sulla sedia dell’altro, facendo emergere le risorse. Educazione alla sessualità e all’affettività: Quanti di noi hanno appreso le conoscenze sul sesso direttamente dai propri genitori? Sarebbe molto bello, ma la pratica clinica ci insegna che è molto difficile parlare di queste “cose” in famiglia, almeno fino a che non si diventa abbastanza grandi da superare il naturale imbarazzo. Noi abbiamo previsto due percorsi, uno destinato ai bambini che frequentano la quinta classe della scuola primaria ed un altro per i ragazzi della classe terza della secondaria inferiore, con l’obiettivo di conoscere l’anatomia umana ma soprattutto connettersi con le emozioni e con la difficoltà di esprimerle. Sostegno alla genitorialità, attraverso lo sportello di ascolto: A volte una famiglia entra in “crisi” anche in assenza di un sintomo preciso che presenta un componente ma ad esempio solo perché si sta vivendo un momento di incertezza legato, ad esempio, al percorso di studi da intraprendere o al nuovo equilibrio che deve affrontare un figlio a causa del cambio di lavoro di mamma o papà. Solo parlandone insieme, potremmo far chiarezza nei nostri pensieri. Diagnosi e trattamento dei disturbi della memoria: E’ un servizio che offriamo agli anziani, over 65 che, dopo una visita neurologica, su indicazioni del clinico e del medico di famiglia, necessitano di una valutazione neuropsicologica. Dopo la diagnosi è possibile fare la riabilitazione cognitiva, anche domiciliare. www.ambulatoriofamiglia.it Dott.sa Vanessa Romoli 347/4168886 Dott.sa  Laura Stronati 320/8880773]]>