COMUNE TNT – VIA GALLODORO 68 TER Martedì dalle 17.30 appuntamento fisso dell’ Ecomercato allo spazio comune TNT di Jesi, con i prodotti genuini delle nostre campagne e l’entusiasmo di noi produttori. MARTEDI’ 5 DICEMBRE dalle 17.30 alle 20.30 vi aspettiamo al TNT a Jesi dalle 19.30  piatto ricco e zuppa accogliente con i nostri buoni prodotti autunnali Cosa troverete martedì al mercato? patate, cipolle, aglio Verdure fresche invernali ( finocchi, cavoli, cavolfiori, insalate, bietole, spinaci ecc..) pane a lievitazione naturale cotto nel forno a legna prodotti da forno, dolci e salati confetture originali di ogni tipo conserve sott’aceto e salse curiose Nocciolata farina di grano tenero Farina di grano duro senatore cappelli Farro e farina di farro ceci bianchi, rossi farina di ceci, Pasta secca Gallette di farro peperoncini piccanti succhi di frutta Seitan e tofu Burger vegan Birra di fattoria Olio nuovo Olive in salamoia Saponi a peso, oli essenziali e unguenti naturali artigianato libri , cd e vestiti usati vi aspettiamo! ..allo spazio comune TNT di Jesi – via Gallodoro 68-ter L’eco)(mercato nasce dall’esigenza di valorizzare un’agricoltura veramente contadina, di piccola scala, familiare, orientata all’autoconsumo e alla vendita diretta; un’agricoltura di basso o nessun impatto ambientale, fondata su una scelta di vita legata a valori di benessere, ecologia, giustizia, solidarietà più che a fini di arricchimento e profitto. Cerca risposte concrete alla crisi economica, sociale e ambientale che caratterizza i nostri giorni, in cui la produzione è sempre più orientata alla scarsa qualità ed al raggiungimento di prezzi sempre più competitivi, dietro ai quali spesso si nascondono forme di sfruttamento del lavoro e delle risorse naturali. In tale contesto, le autoproduzioni  assumono un ruolo fondamentale per sfuggire a questa logica economica. Il mercato torna ad essere il luogo pubblico dove si scambiano saperi e autoproduzioni, un’occasione per costruire nuove relazioni e scoprire un modo diverso di socializzare. La conoscenza reciproca e la garanzia partecipata divengono strumenti per controllare la genuinità e rispondere all’esigenza di sapere cosa mangiamo. Nella primavera 2013 un gruppo di contadini della Vallesina ha trovato nello Spazio Comune TNT di Jesi e nelle sue dinamiche di autogestione, il contesto ideale per iniziare la ricerca e la sperimentazione di soluzioni partecipate. Nella periferia urbana di via Gallodoro, in un zona dove sono stati collocati i vari supermercati delle grandi catene di distribuzione e dove si praticano forme di consumo inconsapevole, acritico e passivo, è stato invece individuato il naturale luogo di incontro tra città e campagna. Da qui la proposta di realizzare una prima serie di appuntamenti, per far rivivere un mercato caratterizzato dai rapporti umani e per restituire questa dimensione ad un quartiere in cui le persone passano, transitano e non si incontrano. Il mercato è un laboratorio per nuove forme relazionali, per le produzioni culturali e la valorizzazione delle capacità e delle competenze. L’eco)(mercato oggi è diventato un appuntamento settimanale, ogni giovedì pomeriggio. Fanno parte dell’ecomercato: i produttori, i piccoli trasformatori, gli artigiani, chi baratta, gli espositori in generale e tutti i consumatori del mercato (co-produttori) nell’ottica della reciprocità dei ruoli che tutti possono assumere nei diversi momenti. La garanzia Partecipata è’ lo strumento per il controllo della qualità. Ogni realtà che partecipa deve avere dei requisiti prestabiliti dal gruppo, tra i quali il più importante è quello di praticare un’agricoltura naturale, biologica, organica. Gli ingredienti non prodotti direttamente ed acquistati devono provenire da agricoltura biologica. Ogni realtà compila una scheda produttore messa a disposizione ai co-produttori che frequentano il mercato in un’ottica di trasparenza e onestà. I produttori frequentano le riunioni di mercato, si presentano agli altri e spiegano i loro prodotti e le tecniche di produzione. In maniera periodica ed itinerante si organizzano degli incontri nelle varie realtà per uno scambio di saperi e per autoformazione. L’eco)(mercato aderisce al manifesto di Genuino Clandestino”, sostiene la campagna TerraBeneComune e sottoscrive la Carta di Arcevia – Un modello di agricoltura per una nuova società L’eco)(mercato reagisce alla crisi; immagina e costruisce un’alternativa credibile, qui ed ora, replicabile, che inneschi un circolo virtuoso tra città e campagna e sia capace di creare nuove forme di lavoro dignitose, sostenibili e solidali ed un cibo sano, giusto e militante. [/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]]]>